Siti web: è obbligatorio indicare la partita IVA

E' obbligatorio esporre la Partita IVA nella home page del sito internet. Anche se l'obbligo è in vigore dal dicembre 2001, a seguito della modifica dell'articolo 35 comma 1 del DPR n. 633/1972 apportata dall'articolo 2 DPR n. 404/2001, e quindi non si tratta di una novità, sono presenti ancora molti siti internet non in regola.La mancata indicazione del numero di Partita IVA è perseguibile con una sanzione amministrativa variabile da 258,23 a 2.065,83 euro, trattandosi di violazione agli obblighi di comunicazione prescritti da legge tributaria.
Read More

Tributario: nuovi termini per il ricorso in appello (riforma del 04/07/2009)

Tributario: nuovi termini per il ricorso in appello (riforma del 04/07/2009)

 Il termine per impugnare la sentenza della Commissione Tributaria provinciale è di sessanta giorni, decorrente dalla notificazione ad istanza di parte.
Se la sentenza della Commissione Tributaria provinciale non è stata notificata, il termine per proporre appello è più lungo.

Dal 4 luglio 2009, tale termine, che prima era di un anno, è stato ridotto a sei mesi dalla pubblicazione della stessa sentenza (deposito). Si applica la sospensione dei termini feriali dal 1° agosto al 15 settembre.
Il nuovo termine si applica a tutti i processi tributari iniziati dopo il 4 luglio 2009 (facendo riferimento alla data di notifica all’Ufficio del ricorso alla Commissione tributaria provinciale).
Il ricorso in appello è proposto (nelle stesse forme del ricorso alla Commissione tributaria provinciale), nei confronti di tutte le parti che hanno partecipato al giudizio di primo grado e deve essere depositato, entro trenta giorni dalla proposizione, nella segreteria della Commissione tributaria regionale adita.
Nel caso sia stato impugnato un atto di recupero degli aiuti di Stato, tutti i termini del giudizio di appello, ad eccezione di quello stabilito per la proposizione dell’appello stesso, sono ridotti alla metà.
Inoltre, ove il ricorso non sia notificato a mezzo di ufficiale giudiziario, l’appellante deve, a pena d’inammissibilità, depositare copia dell’appello presso l’ufficio di segreteria della Commissione tributaria provinciale che ha pronunciato la sentenza impugnata. Il termine coincide con quello previsto per la costituzione in giudizio, cioè entro trenta giorni dalla data di proposizione dell’appello.
Fonte: Annuario del Contribuente 2009/2 - Agenzia delle Entrate

Sottocategorie